Treviglio. Presentazione della 1° Trattrice Cassani alla stampa ed agli agricoltori / Treviglio. Presentation of the 1st Cassani Tractor to the press and to farmers, 1927

La SAME – Società Accomandita Motori Endotermici – viene costituita a Treviglio (Bergamo) da Francesco (1906-1973) ed Eugenio (1909-1959) Cassani nel 1942.

Ma le origini di questa “grande storia italiana” risalgono agli anni Venti, quando i fratelli Cassani sviluppano il progetto del primo motore diesel applicato a un trattore, riuscendo nel 1927 a presentare una macchina assolutamente innovativa, molto più funzionale rispetto ai modelli tradizionali: la prima trattrice agricola al mondo azionata da un motore diesel.

Disegno Tecnico - Motore B8-110 per utilizzo aereo/ Technical Drawing - B8-110 Engine for aviation employment, 1938

Iniziarono poi, tra i primi in Italia, lo studio e la sperimentazione dei motori diesel veloci per la marina e l’aviazione. Nel 1936, nasce la SPICA (Società Pompe Iniezione Cassani) per la costruzione di apparati di iniezione per motori diesel che ottengono un notevole successo.

Nel 1942, intuendo lo sviluppo della meccanizzazione agricola, fondarono la SAME (Società Accomandita Motori Endotermici) per la produzione in serie delle trattrici agricole con motori raffreddati ad aria.

Una motofalciatrice a tre ruote, con volante e sellino reversibili (1947) e il trattorino Universale da 10 CV (1948, premiato con una medaglia d’oro dall’Accademia di Agricoltura Torino) sono i primi contributi SAME alla meccanizzazione agricola italiana del dopoguerra.

Vercelli. Presentazione gamma trattori SAME / Vercelli. Presentation of the SAME Tractor range, 1952

Nel 1951 Cassani, convinto sostenitore del raffreddamento ad aria, progetta nuovi motori modulari e nel 1952 realizza il suo sogno: il primo trattore a quattro ruote motrici. Un altro primato mondiale. Il “DA25” e subito dopo il “DA30”, diffondono sul mercato la doppia trazione SAME. Ha inizio una forte diversificazione delle potenze: il bicilindrico “DA25” seguito dal “Super Cassani” a tre cilindri e dal “Sametto” a un cilindro, danno origine ad una vasta famiglia di trattori da frutteto. Per far fronte alle crescenti richieste, nel 1956, a tempo di record, viene realizzato il nuovo stabilimento SAME. La nuova struttura razionale e funzionale si sviluppa su un’area coperta di 80.000 mq che comprende un’unica immensa officina lunga 250 metri con le tre linee (motori, verniciatura e assemblaggio trattori) interamente allestite. Nel 1957 la produzione è già arrivata a quota 3.000 trattori. Da quel momento è un susseguirsi di modelli che hanno fatto la storia agricola del nostro Paese e di innovazioni tecniche di successo.

Nel 1961, nascono “Puledro” e “Samecar” il trattore che lavora la terra e ne trasporta i frutti.

Nel 1965 arrivano “Centauro”, “Leone” e “Minitauro”, macchine che fanno conoscere ed apprezzare il marchio SAME nel mondo. Il 1972 è l’anno del “Drago” con motore a 6 cilindri in linea da 100 cv e il 1973 quello del “Panther” con motore a 5 cilindri. Si cominciano ad adottare le pompe d’iniezione immerse, che diventano una caratteristica dei motori SAME, l’idroguida e il cambio sincronizzato.

Trattore Lamborghini 653 / Lamborghini 653 Tractor, 1978

Nel 1973 SAME acquisisce il marchio Lamborghini Trattori, facendo così un salto di qualità nel settore dei cingolati. Fondato da Ferruccio Lamborghini (1916-1993), questo marchio, ben prima delle auto sportive, caratterizzava trattori di eccellente qualità.

L’acquisizione dello storico marchio elvetico Hürlimann nel 1979 è risultata strategica per SAME, in grado di fare propria l’avanzata tecnologica dei sistemi di raffreddamento ad acqua dei motori.

Nel 1995, SAME acquisisce dal colosso tedesco Kloeckner-Humboldt-Deutz lo storico marchio  di trattori e mietitrebbie Deutz-Fahr formando quindi il Gruppo SAME Deutz-Fahr.

Trattore DEUTZ F4L 514 / DEUTZ F4L 514 Tractor, 1957

L’acquisizione di DEUTZ-FAHR consegna nelle mani dei manager di Treviglio anche un’efficace leva per affrontare i nuovi scenari che si delineano all’orizzonte. La geografia dei mercati, infatti, sta cambiando. Con l’ingresso nel nuovo millennio il baricentro della crescita mondiale inizia a spostarsi verso l’Asia.

Nel campo dei trattori il gruppo SAME DEUTZ-FAHR decide di entrare con il marchio Greaves Tractor nel mercato indiano delle macchine agricole dando vita ad un importante stabilimento a Ranipet nel sud dell’India.

L’azienda, nel corso del 2003, è diventata l’azionista di riferimento di DEUTZ AG, tra i maggiori costruttori indipendenti nel mercato dei motori diesel industriali e seguendo le dinamiche dell’economia globale e il peso che stanno assumendo i nuovi mercati e le economie emergenti sta investendo fortemente in Russia, in India e, con la recente Joint Venture Shandong Changlin DEUTZ-FAHR Machinery Co., in Cina .

La recente acquisizione (Settembre 2011) della francese Grégoire SAS, leader mondiale nella produzione e distribuzione di macchine specialistiche per la raccolta di olive e uva, completa la già ampia gamma specialistica, fornendo un’offerta completa per i più esigenti produttori di vino e olio.

Oggi il Gruppo è una grande realtà produttiva e commerciale in grado di competere ad armi pari con i più importanti produttori mondiali. Una condizione che garantisce tutte le risorse necessarie per continuare ad investire su quel percorso di innovazione perseguito con tenacia fin dall’inizio della sua storia.

GRÉGOIRE G7 Vendemmiatrice / GRÉGOIRE G7 Harvester, 2011