1976

Viene creata la società ADIM – Applicazione diesel motori.


1979

Presentazione del primo motore “no road” con turbo/intercooler 1056 PTI.


1983

Lancio della serie 916 di motori con raffreddamento ad aria e ad acqua.


1989

Lancio della serie 1000 di motori con raffreddamento ad aria e ad acqua e con regolazione elettronica dell’iniezione.


1995

Acquisizione di SAME del marchio DEUTZ-FAHR.


1998

Motori SAME sono utilizzati all’interno della base scientifica italiana in Antartide per la produzione di energia elettrica 24h/24, 365 giorni/anno, non presidiati per 6 mesi/anno, riconfermando un’elevatissima affidabilità e durata. Lancio dei motori serie 1000 3, 4 e 6 cilindri, raffreddati ad aria e acqua con emissioni allo scarico conformi alle normative Europee e USA Stage I/Tier I . Questo risultato è stato ottenuto mediante modifiche al sistema di combustione e una pressione di iniezione di 600 bar. Lancio del motore 1000.6 WT R.I.S.E. Technology con 3 valvole per cilindro (2 di aspirazione e 1 di scarico), iniettore verticale a 5 fori conformi alle normative sulle emissioni allo scarico Europee e USA Stage I/Tier I con potenza massima di 200 CV/2350 rpm.


2003

Il Gruppo diventa azionista di riferimento di DEUTZ AG, tra i maggiori costruttori indipendenti nel mercato dei motori diesel industriali. Lancio dei motori serie 1000 3, 4 e 6 cilindri raffreddati ad acqua con emissioni allo scarico conformi alle normative Europee e USA Stage II/Tier II . Questa serie di motori presenta profonde modifiche rispetto i predecessori Stage I/Tier I come il nuovo sistema di combustione e l’impianto di iniezione capace di 1200 bar, oltre nuovi monoblocchi e teste cilindro che permettono di ridurre sensibilmente i consumi olio e il rumore emesso dal motore di 2 dBA.


2008

Lancio dei motori serie 1000 3, 4 e 6 raffreddati ad acqua con emissioni allo scarico conformi alle normative Europee e USA Stage IIIA/Tier III . Su questa serie di motori è stato introdotto il ricircolo interno dei gas di scarico (I-EGR) e la variazione dell’anticipo di iniezione a freddo, mediante punterie idrauliche comandate elettronicamente (HRT).


2014

Lancio della nuova serie di motori FARMotion 3 e 4 cilindri che coniugano tecnologie particolarmente avanzate per il controllo della combustione, come il sistema di iniezione Common Rail capace di 2000 bar, ad una progettazione mirata all’impiego di questi motori su trattori, come l’elevata compattezza, le canne cilindro sfilabili e sistemi di posttrattamento dei gas di scarico compatti ed affidabili. I motori FARMotion 3 e 4 cilindri già al loro esordio rappresentano un riferimento per il mercato in termini di prestazioni specifiche (il 4 cilindri 3,8 litri di cilindrata eroga una potenza massima di 136 CV/2000 rpm e una coppia massima di 540 Nm), di economia di esercizio e di ridotta necessità di manutenzione. I motori FARMotion 3 e 4 cilindri sono conformi alle normative sulle emissioni Europee e USA Stage IV/Tier 4.