1922-1924

Francesco Cassani (1906-1973) frequenta corsi serali all’Istituto Industriale Milanese “Giacomo Feltrinelli” e con il fratello minore Eugenio (1909-1959), dopo aver costruito un
prototipo di automobile, inizia la progettazione e costruzione di un trattore con motore diesel.


1926

Francesco Cassani progetta e costruisce “su propri brevetti il primo motore diesel ad olio pesante per trattori agricoli. Il successo conseguito fu tale, trattandosi di una novità nel campo dell’agricoltura italiana, da interessare le Cattedre Ambulanti di agricoltura ed in particolare quelle di Bergamo e Pavia”. (Da una memoria di F. Cassani).


1929

La trattrice Cassani viene presentata alla Fiera di Milano. Francesco Cassani modifica il progetto utilizzando sempre un motore diesel ma a 2 cilindri orizzontali e con un incremento di potenza.


1931

La trattrice Cassani 40 HP si aggiudica il primo premio al concorso per la “trattrice italiana agricola” indetto dal Ministero dell’Agricoltura.


1932

Prima convenzione di Francesco Cassani con la società UTITA di Este per la costruzione di motori diesel veloci a 2 cilindri verticali a due tempi, con pistoni contrapposti per camion e mezzi marini.


1934

Il motoscafo “Este I”, vincitore del primo premio al Concorso motonautico internazionale di Venezia, è equipaggiato con motore diesel a pistoni contrapposti brevetto Cassani. È il primo motore veloce per imbarcazioni leggere costruito in Italia su brevetto italiano.


1935

Inizia la produzione del motore PLA 90 a 3 cilindri 90 HP. Progettazione e sperimentazione del motore diesel PLA 500 BAF per aviazione e trazione ferroviaria.


1936

Nasce la SPICA (Società Pompe a Iniezione Cassani) con sede prima a Treviglio e successivamente a Livorno. Progettazione e costruzione di pompe a iniezione per motori diesel applicati a camion e per motori marini e aeronautici. SPICA (Società Pompe a Iniezione Cassani – Cassani Injection


1937

Francesco Cassani riprende gli studi del motore aeronautico “a revolver”, rivoluzionario per l’Italia, che viene presentato al Ministero dell’Aeronautica.


1938

Convenzione tra i fratelli Cassani e i Cantieri navali OTO (Odero-Terni-Orlando) di Genova con officina a Livorno per la costruzione di tre motori da far collaudare e omologare dalla Regia Aeronautica Italiana. Iniziano frenetici anni di lavoro per la produzione di motori aeronautici (B8/110) e navali (A4/90).


1939

Francesco Cassani viene insignito del Premio del Consiglio Nazionale delle Ricerche per la
realizzazione delle pompe a iniezione SPICA per motori diesel.